CAMPAGNE FAKE

Le seguenti campagne fake sono state sviluppate durante il Master in Copywriting all’Istituto Europeo di Design.

AUTAN #bastamagnamagna

MISSION: promuovere i prodotti Autan verso un target di famiglie attente agli sprechi e scontente dell’attuale classe politica.

INSIGHT: si parla tanto dei magna magna e degli sprechi dei politici che si finisce per dimenticare i parassiti veri, quelli che si trovano dentro casa.

VIRALITÀ:  l’utilizzo di slogan tipici dell’antipolitica per denunciare tarme e zanzare scatena l’ilarità e fa riflettere.

STEP 1: GUERRILLA MARKETING Alcuni striscioni teaser del Movimento Autan compariranno davanti ai palazzi della politica italiana (Piazza di Monte Citorio, Piazza Madama, Palazzo Chigi). Il loro messaggio apparentemente antipolitico scatenerà l’attenzione dei media.


STEP 2: REVEAL / ADV Il giorno seguente gli striscioni polemici saranno sostituiti da quelli per i prodotti Autan.


STEP 3: WEB & SOCIAL

Movimento Autan è una community di entusiasti della lotta agli insetti dannosi. Il piano editoriale del sito e dei suoi account social prevede la pubblicazione di status ironici, suggerimenti d’uso e videomessaggi del “leader” Mr A. La community sarà invitata a condividere pensieri e immagini con l’hashtag #bastamagnamagna.

 


EMERGENCY #nonmelopossopermettere

MISSION: raccogliere fondi per gli ospedali di Emergency in Afghanistan sensibilizzando l’opinione pubblica sui costi della guerra.

INSIGHT: il costo giornaliero della missione italiana in Afghanistan è 2 milioni di Euro. Una cifra che provoca sdegno in tempi di crisi economica.

CONCEPT: la guerra è un ‘male di lusso’ che il cittadino italiano non può permettersi di sostenere.

STRATEGIA: diffondere il messaggio tramite il web e un flash mob legando l’iniziativa a un testimonial notoriamente pacifista e sostenitore di Emergency: Caparezza.

caparezza1

STEP 1: VIRALE Il canale YouTube ufficiale di Caparezza pubblica un nuovo video: il rapper sta scrivendo un testo alternativo per la sua canzone “Non me lo posso permettere” dopo essere venuto a sapere da Emergency i costi della missione italiana in Afghanistan. La call to action è duplice: partecipare al flash mob che si terrà dopo un paio di settimane a Roma in Piazza del Popolo (location scelta per la sua prossimità con le vie dello shopping romano) e proporre nuove strofe pacifiste per la canzone, che saranno effettivamente cantate dal rapper durante il flash mob. L’hashtag da utilizzare corrisponde al ritornello della canzone, #NonMeLoPossoPermettere.

caparezza2

STEP 2: SOCIAL MEDIA Si crea una community (e una conversazione) intorno all’evento. ‘Evangelists’ principali saranno i fan del Capa e i sostenitori di Emergency. Due le aree: mettere a punto il testo alternativo usando l’hashtag #NonMeLoPossoPermettere ed incentivare la partecipazione al flash mob.

caparezza mano 3

STEP 3: FLASH MOB La manifestazione avrà luogo un sabato pomeriggio a Roma in Piazza del Popolo. La vicinanza con le vie dello shopping romano e la concordanza d’orario è fondamentale per sensibilizzare cittadini con un tenore di vita medio-alto alla causa della pace. Durante il flash mob Caparezza canterà la versione alternativa di “Non me lo posso permettere”. Gli evangelists dell’evento, mimetizzati tra i passanti, inizieranno uno dopo l’altro a ballare la coreografia del brano (presente nel video ufficiale), dando l’idea di un messaggio che si espande a macchia d’olio. Al flash mob vero e proprio seguiranno altre due o tre canzoni di Caparezza dedicate al tema della pace (Follie preferenziali, ad esempio). Gli evangelists provvederanno a distribuire brochure informative di Emergency ai passanti incuriositi.

caparezza mano 1
Esterno Brochure
caparezza mano 2
Interno Brochure

STEP 4: DIRECT MARKETING ONLINE & OFFLINE Le brochure di Emergency potranno raggiungere un pubblico più ampio tramite un servizio di direct marketing sia postale sia digitale. Sarà registrata una versione di “Non me lo posso permettere” col testo alternativo e caricata su tutti i maggiori servizi di musica digitale. Gli incassi per l’acquisto dell’mp3 saranno devoluti ad Emergency. Il sito di Emergency avrà una pagina dedicata all’iniziativa che informerà il pubblico sui fondi raccolti e sul loro corrispettivo in tempo. L’idea è quella di donare minuti e ore supplementari agli ospedali in Afghanistan. Sarà anche possibile vedere quanto tempo si regala con la propria donazione singola (un minuto costa meno di quattro Euro).

 


 

 

ANSA

al bano ansa

Campagna tv e web per incentivare il controllo sulle fonti delle news.

 


SPOT RADIO

radio1radio2RADIO3

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...